Modelli ed esempi di intervento

E nato intreccio.eu. Confronti, novità in materia normativa, interviste e condivisione di esperienze: tutto questo ed altro ancora da oggi è a portata di click. Si chiama www.intreccio.eu il nuovo sito a disposizioni di genitori, insegnanti ma soprattutto adolescenti che incuriosi o coinvolti in episodi di cyberbullismo o nelle diverse sfumature del fenomeno (sexting, teen dating violence, ecc…) vogliono saperne di più.

“L’idea di creare intreccio.eu è nata dopo aver svolto la tesi di laurea in scienze delle Comunicazione per i Media e le Istituzioni dal titolo “Il cyberbullismo. Miti ed evidenze di un fenomeno che cresce”. Solo dopo aver analizzato il fenomeno ho potuto costatare il bisogno d’informazione”.

TESI DI LAUREA:

Il CYBERBULLISMO. MITI ED EVIDENZE EMPIRICHE DI UN FENOMENO CHE CRESCE 

Questa è la mia TESI DI LAUREA in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni, già sostenuta e valutata. Chiunque vorrà approfondire l’argomento potrà scrivermi e sarò lieta di rispondere. 

Ambulatorio per la cura del cyberbullismo

 Un esempio pratico di come combattere il problema e le conseguenze del cyberbullismo arriva dal Policlinico universitario. 

 

 

L’attenzione dell’ambulatorio è per tanto estesa  alla riabilitazione di adolescenti aggressivi con disturbi comportamentali e tendenza antisociale.

 Il ruolo dei genitori

 Il supporto dei genitori si rende necessario nell’accompagnare l’educazione dei figli.

Ma il problema che si pone il più delle volte è: quale tipo di competenza digitale hanno i genitori?

Le istruzioni per l’uso dei social network

Facebook ha creato all’interno del proprio sito una campagna di sensibilizzazione contro il fenomeno intitolata: “Fermiamo il bullismo: Presentazione di strumenti, suggerimenti e programmi per aiutare le persone a difendere se stesse e gli altri” dove si offrono vignette colorate, elementari, indirizzate a ragazzi, genitori ed insegnanti. Inoltre il social network, più amato dalle giovani generazioni, ha creato una sezione apposita per segnalare abusi e molestatori.

Un passo in avanti è stato fatto anche da Google

A prendere le distanze dai comportamenti illeciti di alcuni utenti è anche il social network Ask.fm.  Anche Instagram, l’applicazione gratuita che permette agli utenti di scattare foto, applicare filtri, e condividerle su numerosi servizi di social network, si muove nella stessa direzione.

Provvedimenti che in linea di massima sembrano allinearsi con le generali strategie  di contrasto socio- politiche.

 

Annunci

One thought on “Modelli ed esempi di intervento

  1. Pingback: Normative e direttive | Cyberbullismo

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...